E' Arrivata L'Estate! ... e cambia tutto

Pur avendo pochissimo tempo sono riuscito a fare le prime due prove estive con due tipi di pesca molto differenti!

1°PROVA ESTIVA

Alla riapertura della Frega non vedevo l'ora di ributtare un panino in acqua all'Isolotto ed il fine settimana scorso ho fatto due lanci dalle 6:30 alle 8:30. Ho trovato una situazione ben diversa dall'ultima volta che era il 1° maggio. Son passate le piogge, i 23°C di massima ed i 90 mszi di idrometria all'idrometrico di Firenze Uffizi, in poche parole riman poca corrente per far ruzzolare il panino con 78 mszi adesso che abbiam superato i 30°C di massima e che di pioggia se ne vede poca. Mi son trovato in difficoltà a manovrare  l'esca con la caperlan feeder power 390, ma allungandomi un po' a fatica son riuscito a presentarla ed una tirata è uscita!

1°Maggio


26 Giugno


Anche se non son riuscito a salparla, per motivi tecnici e fisici! Ma questo è un'altro discorso, l'importante è sapere che la tecnica funziona anche d'estate ma con degli accorgimenti. I pesci con meno corrente hanno sfogo quindi come nel caso del 26 giugno partono di colpo dopo essere allamati e senza freno a velocità incredibili che, se ci colgono impreparati, ci portan via tutto in pochi secondi infilandosi ben presto al riparo tra rami sommersi, anfratti, ecc... Quindi, importante avere regolata la frizione per una partenza veloce col pelo dello 0.30 mm che ci servirà a frenare il pesce. Un'altro accorgimento estivo è quello di sostituire la canna con una più lunga, e tra quel che avevo ho pensato ad una tele-regolabile da trote di estensione massima 6 mt con azione parabolica e nervosa come una molla, una canna di bamboo per attutire le partenze più grintose.

Non mi rimane altro che provare ...

2°PROVA ESTIVA

Per questa prova non ho documentazione fotografica ne riprese video ma mi basta sapere che son riuscito a fregare ben due cavedani di cui un re della pozza stimato a occhio oltre il kilo e mezzo con la tecnica della pesca al colpo.

Avevo già da una settimana un rimasuglio di bigattini già caster riportati a casa da mio padre da un'uscita in mare che volevo usare ma non trovavo mai il tempo. Mi son deciso e mi son ritagliato un'ora sul tardi portandomi la mia nuova Total Spring di 3 mt con montato su un elastico da 0,90 a bassa tensione su cui montare lenze ultra-leggere.

Arrivo alla buca da Banane dove ci sono cavedani giganti che mangiano in caduta, ho montato la mia lenza da sperimentare, una Brunellante a tutto 0,06 mm diretto con ami della misura del numero 26, tre piombini del n.13 ed un sughero 4x6, praticamente una montatura invisibile. Col caster ho fatto il primo lancio e subito strike, poi altri lanci sui cavedani ed a vista il big chub ha aspirato ben bene senza sospettar niente il mio caster rendendomi il pescatore più felice del mondo! ... allamato ha sbollato a galla come fosse caduto un masso, e via si è preso 3 mt di elastico, morbidissimo ha reagito benissimo sulla stazza del pesce, sono entrato in acqua con scarpe e pantaloncini e l'ho seguito, era tardi, dovevo andare, avevo il guadino di 2 mt in mano ed ho azzardato una mossa o la va o la spacca. Il cavedano era infilato tra due scogli a cercar vie di fuga e poi è tornato indietro, ho pensato che ci sarebbe voluto troppo tempo per stancarlo e tirargli su la testa così di istinto, col guadino l'ho rincorso, glielo ho piazzato davanti e ho sperato che vi ci entrasse da solo. Niente da fare, scodata pazzesca ed è partito rasente evitando la rete che appena il filo del sei ha toccato l'asta del guadino è saltato!

Tra me e lui è finita in pareggio ...

0,06 mm

Questo è il monofilo che ho usato diretto per il colpo!


Un Saluto da Djok@!

Scrivi commento

Commenti: 0